Celeste Crianza

Produttore: Bodegas Miguel Torres S.A.
Denominazione: Ribera del Duero, DO
Vitigni: Tempranillo (Tinto fino) 100%
Alcol: 14%
Vendemmia: 2014
Affinamento: barriques di legno per 12 mesi
Temperatura di servizio: 16°C -18°C

Alla vista appare di un colore rosso rubino con riflessi granati. Al naso prevalgono principalmente sentori di more e mirtilli seguiti da aromi terziari di legno tostato, spezie con prevalenza pepe nero, erbaceo di sottobosco e aromatico di liquirizia.

Al palato si rivela di corpo pieno e morbido, con un entrata vellutata di tannini setosi, una leggera sapidità e freschezza, risulta complessivamente equilibrato. Nonostante il livello alcolico, non si avverte calore nella degustazione. Buona persistenza finale e un retrogusto molto aromatico e vanigliato.

Nasce sulle alture sopra gli 800 slm della regione spagnola della Ribera del Duero da vigne vecchie e matura per 12 mesi in botti di rovere.

 

ALCUNE NOTE SULL’AZIENDA

La Bodegas Miguel Torres S.A. è una delle più importanti aziende vitivinicole della Spagna, presente sui mercati mondiali con circa 50 etichette in oltre 150 Paesi.

L’azienda, ancora oggi a conduzione familiare, è stata fondata nel 1870 a Vilafranca del Penedés, portando avanti una tradizione vinicola arrivata alla quinta generazione, oggi guidata dal presidente Miguel A. Torres.

Presenta una vastissima gamma di prodotti, includendo vini emblematici come Grans Muralles o Mas La Plana ed etichette estremamente note come Viña Sol, Sangre de Toro, Viña Esmeralda, De Casta o Coronas. E’ all’avanguardia con i suoi celebri brandy, dove il più conosciuto è il Torres 10.

Produce vini Jean Leon da una tenuta nel cuore del Penedés; nella Rioja, con il Torres Altos Ibéricos; nella Ribera del Duero, con la gamma di vini Celeste; nella Rías Baixas, col suo Albariño Pazo das Bruxas; nella regione di Rueda, con il suo Verdeo.

La multinazionale vinicola spagnola è molto conosciuta anche nel continente americano, dove si è stabilita nel 1979 con la fondazione Miguel Torres Chile, che conta circa 400 ettari di terreno vicino alle Ande, coltivati in modo biologico.

Nel 1983 ha inaugurato l’azienda californiana di Marimar Torres Estate, con vigneti nella Russian River Valley e a Sonoma County.

Uno dei principali obiettivi della casa vinicola spagnola è quello di ritrovare varietà ancestrali e fa del recupero ambientale uno dei principali valori alla base del suo lavoro, come dimostra il motto aziendale: “Maggiore è la cura per la terra, migliore sarà il vino che se ne ottiene“.

You may also like

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.