Vinifera 2019

Mostra mercato e spazio di confronto sui vini artigianali dell’arco alpino.
Oltre 60 produttori da Italia, Austria, Francia, Svizzera e Slovenia.
Eccellenze agroalimentari, laboratori del gusto, conferenze e degustazioni guidate.
Save the date!
Per info: http://www.viniferaforum.it/ 

Biglietti disponibili su Eventbrite

Vertical Dinner: Amarone

Lo Scaffale del Vino e Vineria di Via Stradella, in collaborazione, presentano la prima Vertical Dinner dell’anno.
Partiamo con una fantastica verticale di Amarone!
3 bottiglie, 6 persone intorno ad un tavolo, 3 calici a testa.
Degusteremo le annate 2005, 2007 e 2009 di Valentina Cubi, per cogliere le differenze da un anno all’altro.
In abbinamento alla verticale la Vineria di Via Stradella ha preparato un fantastico menù:
Pici al sugo d’anatra
Guanciale brasato
Tris di formaggi.
Solo 6 posti, su prenotazione.
L’evento avrà luogo solo al raggiungimento dei 6 partecipanti e verrà confermato il giorno prima.
Il costo della cena e dei 3 calici è di 65 euro a persona.
Per info e prenotazioni rivolgersi a Vineria di Via Stradella tel. 0289076506

Il Pigato in Verticale – Vis Amoris

Giovedì 14 Marzo facciamo un salto in Liguria di Ponente, vicino ad Imperia. L’azienda agricola Vis Amoris si racconterà facendovi degustare il suo Pigato indietro nel tempo, fino al millesimo 2011 e solo versione Magnum.

Prevista una sorpresa dalla cantina per gli amanti delle sfumature e dei confronti!

Costo della serata (4 assaggi): 25

Grande Degustazione di Primavera

Giovedì 14 marzo, torna a Milano la Grande Degustazione di Primavera.

Questa volta saremo in una NUOVA SEDE, il ristorante GRANI&BRACI.

Grani & Braci fa parte del Gruppo Ethos, un’azienda presente da oltre trent’anni a cui appartengono diversi ristoranti distribuiti tra Milano, la Brianza, Venezia e Roma.

Vi aspettiamo presso il ristorante Grani & Braci, in Via Giuseppe Ferrari, angolo Via Carlo Farini, 20154 dalle 19.00 alle 22.00 (fermata Monumentale Metro M5).

Ritroverete i vostri produttori preferiti e potrete assaggiare nuovi vini che non avete mai bevuto. Anche questa volta potremo contare sul prezioso aiuto della Fisar di Milano Duomo che si occuperà del servizio durante la serata e vi accompagnerà nella degustazione.

Come sempre vi riserveremo il 15% di sconto per i vini acquistati durante la degustazione. Il prezzo d’ingresso di 15€ (da pagare in loco), verrà rimborsato a chi farà un ordine in serata di almeno 60€.

Portate con voi gli amici che condividono la vostra passione per il vino, non mancate!
Per velocizzare l’ingresso, vi suggeriamo di prenotarvi qui gratuitamente qui!

Grande Degustazione 12 marzo Agrate

Vinodalproduttore.it vi aspetta Martedì 12 marzo ad Agrate presso il ristorante ACQUA E FARINA per la Grande Degustazione di Primavera.

Acqua e Farina è un ristorante, pizzeria, steak house del Gruppo Ethos, attiva da oltre trent’anni e proprietaria di diversi ristoranti distribuiti tra Milano, la Brianza, Venezia e Roma.

Vi aspettiamo presso Acqua e Farina in Via Artigianato, 4, 20864, Agrate Brianza MB martedì 12 marzo dalle 19.00 alle 22.00.

Ritroverete i vostri produttori preferiti e potrete assaggiare nuovi vini che non avete mai bevuto. Anche questa volta potremo contare sul prezioso aiuto della Fisar Milano Duomo che si occuperà del servizio durante la serata e vi accompagnerà nella degustazione.

Come sempre vi riserveremo il 15% di sconto per i vini acquistati durante la degustazione. Il prezzo d’ingresso di 15€ (da pagare in loco), verrà rimborsato a chi farà un ordine in serata di almeno 60€.

Portate con voi gli amici che condividono la vostra passione per il vino, non mancate!
Per velocizzare l’ingresso, vi suggeriamo di prenotarvi qui gratuitamente qui!

E per chi vuole raddoppiare vi aspettiamo alla Grande Degustazione di Milano il 14 marzo!

VAN Vignaioli Artigiani Naturali – Degustazione

VAN Vignaioli Artigiani Naturali
LA FIERA DEI POETI CONTADINI
IX edizione
Sabato 9 e Domenica 10 marzo 2019 – Città dell’Altra Economia – Testaccio – Roma

50 vignaioli da Italia, Francia, Spagna, Austria, Germania e Slovenia, oltre 250 vini naturali in degustazione con possibilità di acquisto direttamente dalle mani del produttore.

«Iniziammo il nostro percorso 15 anni fa, quando Luigi Veronelli ci chiamava “poeti della terra” e ci invitava a brindare alla vita con il vino: gioia della terra.
Oggi siamo orgogliosi di dare vita ad una fiera di solo vignaioli, contadini, che con amore per l’ambiente e senza compromessi producono dei nettari unici.»

In crescita di anno in anno, la fiera ha come scopo principale la diffusione della conoscenza dei vini naturali e le scelte ecologiche ed etiche che li contraddistinguono, divulgandone la filosofia di produzione tramite il contatto diretto tra vignaioli, appassionati ed operatori.

In un periodo di grande fermento e attenzione verso i vini naturali, la fiera VAN conferma la propria peculiarità proponendo esclusivamente produttori artigianali e naturali selezionati in base ai criteri della carta d’intenti dei Vignaioli Artigiani Naturali: piccole aziende artigiane che garantiscono la cura personale di tutta la filiera di produzione, con vini ottenuti da uve biologiche o biodinamiche, raccolte manualmente, la cui fermentazione è spontanea, con un contenuto in solforosa di max 40mg/l all’imbottigliamento, senza l’aggiunta di alcun additivo o coadiuvante enologico e senza trattamenti fisici invasivi. Vini da considerare una vera ricchezza, frutto della fermentazione spontanea: momento di trasformazione naturale da mosto a vino, dal lavoro in vigna a quello in cantina, in grado di restituire l’unicità dell’annata e del terroir.

L’impegno dei “poeti della terra” è quello di essere espressione del territorio che coltivano, della sua storia, della sua tradizione e cultura vitivinicola, attraverso i loro nettari unici ottenuti senza compromessi nel rispetto della natura.

La fiera è organizzata, in collaborazione con Coop. Sociale Oltre, dall’Associazione VAN Vignaioli Artigiani Naturali la cui storia inizia nel 2003 con “Terra e Libertà/Critical Wine” di Luigi Veronelli e alcuni centri sociali, divenendo in seguito “Associazione Contadini Critici”. Dal 2016 ha adottato il nome VAN Vignaioli Artigiani Naturali. L’Associazione VAN è unica nel garantire al proprio interno un autocontrollo tra i soci che si sviluppa in più fasi: autocertificazione, analisi dei vini, visita in azienda, degustazione vini e discussione dei risultati.

La lista delle cantine e dei produttori alimentari che saranno presenti alla fiera è in definizione, sarà pubblicata a breve sul sito www.vignaioliartigianinaturali.it
e sulla pagina FB www.facebook.com/vignaioliartigianinaturali

VAN Vignaioli Artigiani Naturali
Città dell’Altra Economia CAE (ex Mattatoio) Testaccio
Largo Dino Frisullo 1 (Roma)

Sabato 9 marzo ore 11-20 e domenica 10 marzo ore 11-19
INGRESSO: 1 giorno 15 € | 2 giorni 22 €
(comprensivo di calice, catalogo e degustazioni illimitate).

www.vignaioliartigianinaturali.it
ufficiostampa@vignaioliartigianinaturali.it
www.facebook.com/vignaioliartigianinaturali.it

“Quale mondo giaccia al di là di questo mare non so, ma ogni mare ha un’altra riva, e arriverò.“ Cesare Pavese
Il rispetto della terra non può prescindere dalla solidarietà, per questa ragione VAN e i Vignaioli presenti hanno scelto di sostenere l’Associazione Baobab Experience attraverso una donazione collettiva al termine della fiera.

L’evento è organizzato da VAN Vignaioli Artigiani Naturali e OLTRE Coop Soc in collaborazione con Città dell’Altra Economia – CAE

VinNatur Roma 2019

I VINI NATURALI ANTICIPANO LA PRIMAVERA NELLA CITTÀ ETERNA

I produttori di VinNatur, associazione produttori naturali, tornano a Roma sabato 23 e domenica 24 febbraio con un vasto banco d’assaggio alle Officine Farneto.

Saranno più di 90 i produttori aderenti a VinNatur, provenienti da 15 regioni italiane ma anche da Francia e Slovenia protagonisti delle due giornate. Sabato dalle 14 alle 20 e domenica dalle 12 alle 19 i visitatori potranno scoprire oltre 400 vini prodotti con metodi di lavoro che prevedono il minor numero possibile di interventi in vigna e in cantina, e che escludono l’utilizzo di additivi chimici e di manipolazioni da parte dell’uomo. Il banco d’assaggio sarà per i visitatori un’occasione unica di interagire con i produttori stessi, confrontarsi direttamente con loro, per assaggiare e acquistare i loro vini.

Contributo d’ingresso: Euro 15,00 al giorno comprensivi di assaggi illimitati e calice da degustazione.

More details (including list of producers): https://www.vinnatur.org/events/vinnatur-roma-2019/

Importer or Foreign Press accreditation: emma.bentley@vinnatur.org

Giorgio Fogliani presenta: il futuro di Marsala

Marsala è un luogo molto caro a quest’enoteca, che pure non ha mai avuto in mescita un marsala doc. Paradosso? Neanche un po’: l’identità vinicola di Marsala va oltre il vino fortificato e si dipana attraverso tutte le tipologie: spumanti, bianchi e rossi fermi, ossidativi senza fortificazione per finire, naturalmente, col marsala.

A questo terroir è dedicato il nuovo libro di Giorgio Fogliani, scritto con la collaborazione di Samuel Cogliati e appena uscito per Possibilia Editore: Il futuro di Marsala. Vini spumanti, bianchi, rossi, ossidativi. Lo presenteranno i ragazzi di Vino insieme all’ autore e all’ editore venerdì 22 febbraio alle 20.45.

Alla presentazione sarà abbinata come sempre una degustazione di 5 vini:

Vino Spumante di Qualità “DueDei” 2015, Roberto Tranchida
Terre siciliane grillo 2017, Manlio Manganaro
Terre siciliane pignatello 2015, Barraco
Marsala superiore riserva oro 1987, Marco De Bartoli
Un quinto vino misterioso…

Prenotazione obbligatoria al 3339832205 / 3402658065, prezzo della serata (libro + degustazione) 40 euro.

Degustazione verticale Champagne Pascal Doquet 2005-1995

Una degustazione unica! 6 annate (2005, 2004, 2002, 1999, 1998, 1995) dello Champagne Blanc de Blancs Grand Cru Coeur de Terroir Le Mesnil sur Oger di Pascal Doquet. Uno degli interpreti più talentuosi di uno dei villaggi più prestigiosi della Cote des Blancs, Le Mesnil sur Oger, con il suo Champagne più significativo declinato in 6 annate, da confrontare una con l’altra, ma soprattutto da godere una più dell’altra.

Pochi posti disponibili. Costo 75 euro.
Per info e prenotazioni, telefonate allo 0245498762.

I pilzwiderstandfähig

I pilzwiderstandfähig sono arrivati a Milano. Dopo molti anni di studio finalmente questi vitigni, che sono conosciuti con il più semplice nome di Piwi, cominciano ad occupare il posto che si meritano all’interno del panorama vitivinicolo.

Anche gli enoappassionati più tradizionalisti non possono passare oltre e la chiara dimostrazione del crescente interesse è stata la manifestazione organizzata da Ais Milano nei giorni scorsi. I posti disponibili nelle masterclass sono andati esauriti in pochissimo tempo e il banco d’assaggio è stato letteralmente preso d’assalto.

Anche noi di Blogelier non ci siamo lasciati sfuggire l’occasione per assaggiare qualche cosa di nuovo.

Cominciamo con il dire che i Piwi sono vitigni particolarmente resistenti alle malattie fungine quali oidio, peronospora e botrite in quanto sono incroci tra vitis vinifera, ossia la nostra vite da uva per la vinificazione, e la vite americana che è meno facilmente attaccabile dalle malattie. Questo consente che alla pianta, ma anche al terreno, sia riservato un minor numero di trattamenti disinfettanti con conseguente minor inquinamento ambientale, maggiore risparmio economico e possibilità di mettere a dimora queste piante anche in terreni scoscesi. Qui infatti l’intervento disinfestante sui vitigni diventa particolarmente difficoltoso e oneroso in termini economici.

All’avanguardia in questo tipo di produzione è sicuramente il Trentino, patria altresì di uno dei maggiori istituti di ricerca a livello europeo, ossia la Fondazione Edmund Mach; tuttavia anche in Piemonte e Lombardia si trovano viticoltori abbastanza intraprendenti da abbracciare questo progetto.

Per il momento, infatti, dai Piwi si ottengono vini ancora troppo lontani dal nostro gusto e la ricerca continua anche in cantina dove si sperimentano tecniche di produzione e di affinamento del vino.

In Trentino, ai piedi del Monte Gazza e della Paganella, quindi sostanzialmente al limite della zona di coltivazione della vite, l’Azienda Agricola Santa Massenza coltiva Bronner e Solaris, due uve bianche con le quali produce il Narnis. Ho fatto una piccola verticale, assaggiando le vendemmie 2017, 2016 e 2013.

Non faccio in tempo ad avvicinare il calice al naso che il produttore mi racconta che le due uve hanno differenti tempi di maturazione per cui sono vendemmiate separatamente e sempre separatamente fermentano in botti d’acciaio a contatto con i propri lieviti. In un secondo tempo viene fatta la cuvée che affina per circa un anno prima di essere imbottigliata e messa in commercio.

Mi colpisce in maniera particolare la vendemmia 2013: gli aromi sono ancora integri e lo spettro aromatico è ben composto, il colore è rimasto intatto, un bel giallo paglierino scarico. Solo in degustazione si percepiscono accenni di ossidazione, per nulla invasivi e per certi aspetti anche apprezzabili.

La vendemmia 2017 offre gli stessi colori e aromi, che vanno dal fruttato bianco fresco, al floreale, all’erbaceo, con una particolare nota citrica e una bella persistenza. È certamente piacevole ma ancora troppo giovane e il suo ingresso in bocca è tagliente.

Il pomeriggio scorre piacevolmente tra un tavolo e l’altro, alla ricerca di nuove novità. E una di queste è proprio l’allestimento della manifestazione: un tavolo rotondo e una decina di sedie per ogni produttore. Finalmente prendo appunti comodamente seduta!