Taste Alto Piemonte

Sabato 30, domenica 31 e lunedì 1 aprile 2019, la splendida cornice del Castello Visconteo Sforzesco di #Novara torna ad ospitare #TasteAltoPiemonte, la terza edizione della più grande manifestazione dedicata ai vini dell’#AltoPiemonte e ai suoi prodotti tipici!

Venite a scoprire le 10 denominazioni dell’Alto Piemonte.
Boca DOC, Bramaterra DOC, Colline Novaresi DOC, Coste della Sesia DOC, Fara DOC, Gattinara DOCG, Ghemme DOCG, Lessona DOC, Sizzano DOC, Valli Ossolane DOC saranno gli ambasciatori della grande vocazione e tradizione vinicola delle colline racchiuse tra le Alpi e il Lago Maggiore.
__________

#Savethedate Nebbiolo lovers: 31, 31 marzo e 1 aprile 2019, Castello di Novara!

Per maggiori info:
> Consorzio Tutela Nebbioli Alto Piemonte
tel. (+39) 0163 841 750
> Segreteria organizzativa
tel. (+39) 0173 363649

info@consnebbiolialtop.it

Barbaresco DOCG Gallina

Produttore: Oddero
Denominazione: Barbaresco DOCG
Vitigni: Nebbiolo 100%
Alcol: 14%
Annata: 2013
Temperatura di servizio: 16°/18°

Il Barbaresco Docg Gallina 2013 nel calice è rosso rubino con leggerissimi riflessi granata. Molto fine ed elegante al naso, con sentori di frutta rossa matura, viola e spezie. In bocca è di corpo, strutturato, molto equilibrato, con i tannini morbidi che portano verso un finale elegante e un’ottima persistenza.
Perfetto da abbinare a formaggi stagionati e pietanze di carne e selvaggina da piuma.

Il Barbaresco Gallina DOCG  è ottenuto da uve raccolte nei vigneti situati a Gallina di Neive, località che deve il nome, molto probabilmente ad alcune famiglie che nell’ ottocento risiedevano nella zona. Suolo fortemente caratterizzato da sabbie chiare miste ad un terreno marnoso, che regalano eleganza e finezza al vino. Matura in botti di rovere per ventiquattro mesi e, prima di essere messo in commercio, affina in vetro per sei mesi.

QUALCHE NOTA SUL PRODUTTORE:
Poderi e Cantine Oddero nasce alla fine del diciottesimo secolo a Santa Maria di La Morra, nelle Langhe, zona tradizionale per la produzione di Barolo e Barbaresco. Oddero è uno tra i marchi storici del Barolo, da una tradizione familiare che continua a mantenere il proprio stile e i propri valori da anni.

Le cantine, situate in Frazione Santa Maria di La Morra, si innalzano su di un terrazzo naturale. Immersa tra i filari dei vigneti, l’azienda coltiva 35 ettari dei migliori cru delle Langhe e dell’Astigiano da cui ottiene l’eccellenza dei vini piemontesi:
Barolo, Barbaresco, Langhe Nebbiolo, Dolcetto d’Alba, Barbera d’Alba, Barbera d’Asti e Moscato.

 

 

Cena con il Produttore: BUSSIA SOPRANA

Appuntamento all’ Enoteca “Il Cinghiale Rosso” per una serata in compagnia di  Silvano Casiraghi grande produttore di ottimi Barolo e non solo.

Il menù:

• Vitello Tonnato abbinato al Langhe Bianco DOC 2015
• Plin con sugo d’arrosto abbinata al Nebbiolo Langhe DOC 2016
• Brasato al Barbera “Vigna del Ross” con polenta abbinata Barbera d’Alba DOC “Vigna del Ross” 2007
• Toma e Castelmagno con Barolo DOCG Bussia Soprana 2012
Il costo della Serata è di € 45, 00 la cena con i relativi abbinamenti.

Prenotazione Obbligatoria !!!!!

Il Barolo di La Morra

Martedì 27 novembre i ragazzi del Vinodromo ci porteranno tra le amate vigne delle Langhe per concentrarsi su un singolo comune ed i suoi “Cru”, La Morra.
Cinque Barolo in degustazione per raccontare un piccolo pezzo di questo grande vino.

Degustazione completa a 45 euro (gradita la prenotazione).

Per info:
0232960708
info@ilvinodromo.it

I vigneti del Barolo: tour dei Cru con degustazione

Domenica 28 ottobre 2018 la Strada del Barolo propone due nuovi appuntamenti con l’iniziativa “I vigneti del Barolo: tour dei cru con degustazione”.

Tour in minivan attraverso le principali zone di produzione del Barolo, con Sandro Minella, esperto sommelier e comunicatore del vino, per comprendere e “toccare con mano” i fattori che determinano il carattere e le infinite sfaccettature che può assumere il Barolo.

ll percorso partirà da Castiglione Falletto per raggiungere Serralunga d’Alba, successivamente La Morra e infine Barolo.
Al ritorno è prevista una degustazione presso la Cantina Comunale di Castiglione Falletto, dove si potranno degustare i vini prodotti nei “cru” visitati, accompagnati da un goloso tagliere di salumi e formaggi misti.

L’iniziativa è programmata in due turni, il primo in lingua italiana e il secondo in lingua inglese:
–> Alle 10.00 partenza da Piazza Generale Vassallo, a Castiglione Falletto per il tour in inglese
–> Alle 15.00 partenza da Piazza Generale Vassallo, a Castiglione Falletto per il tour in italiano

Per info e prenotazioni –> https://bit.ly/2ztely1
staff@stradadelbarolo.it

Autunno con il Barolo di La Morra

Torna l’appuntamento più atteso dell’anno!

Nella Cantina Comunale dal 6 ottobre e per i cinque sabati successivi (sabato 13 ottobre, 20 ottobre, 27 ottobre, 3 novembre e 10 novembre) tornano le degustazione più attese da tutti gli amanti dei vini d’eccellenza, categoria nella quale, spicca il Barolo, indiscusso Re dei vini.
L’importante evento è in programma presso la Cantina Comunale ed interesserà, come ad ogni edizione, moltissimi operatori del settore e eno-appassionati.
Naturalmente, oltre a poter degustare l’annata, l’appuntamento in programma presso i locali di via Carlo Alberto rappresenterà anche un’imperdibile occasione per conversare con i produttori che avranno il piacere di raccontare ai graditi ospiti curiosità, aneddoti e le tappe che hanno portato, nel corso degli anni, il Barolo ad ottenere il meritatissimo successo mondiale di cui gode.

Si ricorda che per partecipare alle degustazioni non è necessaria la prenotazione.

Piacere Barbaresco 2018

Parte il conto alla rovescia per un rinnovato “Piacere Barbaresco”! Tenetevi pronti per una dodicesima edizione ricca di novità, prima tra tutte il lunedì di degustazioni rivolto agli operatori del settore.

L’evento, organizzato dall’Enoteca Regionale del Barbaresco, si terrà infatti sabato 13, domenica 14 e lunedì 15 ottobre. In questa edizione l’obiettivo sarà puntato sulle annate 2013, 2014 e 2015,  in degustazione oltre cento etichette di cinquanta cantine, che saranno presentate nel Grande Banco d’Assaggio allestito presso il Salone Consiliare del Municipio di Barbaresco.

All’ormai consueto banco d’assaggio di sabato e domenica, si affianca quest’anno il lunedì, dedicato esclusivamente agli operatori del settore che avranno il piacere di degustare i Barbaresco alla presenza degli stessi produttori.

Autunno con il Barolo di La Morra

Torna l’appuntamento più atteso dell’anno!

Nella Cantina Comunale dal 6 ottobre e per i cinque sabati successivi (sabato 13 ottobre, 20 ottobre, 27 ottobre, 3 novembre e 10 novembre) tornano le degustazione più attese da tutti gli amanti dei vini d’eccellenza, categoria nella quale, spicca il Barolo, indiscusso Re dei vini.
L’importante evento è in programma presso la Cantina Comunale ed interesserà, come ad ogni edizione, moltissimi operatori del settore e eno-appassionati.
Naturalmente, oltre a poter degustare l’annata, l’appuntamento in programma presso i locali di via Carlo Alberto rappresenterà anche un’imperdibile occasione per conversare con i produttori che avranno il piacere di raccontare ai graditi ospiti curiosità, aneddoti e le tappe che hanno portato, nel corso degli anni, il Barolo ad ottenere il meritatissimo successo mondiale di cui gode.

Si ricorda che per partecipare alle degustazioni non è necessaria la prenotazione.

Sui colli novaresi alla scoperta del Tapulone

L’ autunno ha bussato alla mia porta e io l’ho accolto a bocca aperta con un piatto di Tapulone e un calice di Nebbiolo.

“Tapulone” non è un insulto declinato in qualche dialetto lombardo ma un antichissimo piatto tipico della sponda piemontese del Lago Maggiore. Ne ignoravo l’esistenza fino a qualche mese fa, ma illuminante è stata una gita da quelle parti e l’incontro con la memoria storico-gastronomica di chi quelle terre le conosce, le ha vissute e quindi le ha anche “mangiate”. Così ho aspettato in trepida attesa l’aria frizzante che fa tornare l’appetito (in realtà a me non era mai scomparso) per poi partire verso i colli novaresi, per la precisione a Borgomanero, patria indiscussa del Tapulone.

Questa è una zona dove la norcineria equina è ancora importante. Il Tapulone (pronunciato “taplòn”) da tradizione è infatti realizzato con carne d’asino tritata finemente, rosolata poi con olio, burro e aglio, fatta cuocere a lungo con alloro e rosmarino mentre la si innaffia di brodo e vino. La carne d’asino è piuttosto dura, quindi da tapulà, da sminuzzare con il coltello fino a farne un trito da cuocere per molto tempo in modo che si ammorbidisca lentamente.

Secondo la leggenda la storia del Tapulone arriva da molto lontano e narra che la nascita di questo piatto sia contemporanea a quella di Borgomanero verso gli ultimi decenni del XII secolo. E, come di consuetudine, le sue origini vanno ricercate nella cucina povera dei contadini che dovevano sfruttare al massimo le risorse locali, in questo caso i vecchi asinelli che al culmine delle loro fatiche venivano poi usati per sfamare le famiglie. Per questo motivo la carne che si trova oggi forse non è poi tanto più “da tapulà”, sarà difficile ottenere la stessa consistenza di un animale abituato al lavoro nei campi rispetto a uno cresciuto in allevamento.

Il mio primo Tapulone amabilmente accompagnato da polenta l’ho assaggiato all’Osteria della Corte e mi è andata di lusso perché era il giorno in cui lo avevano in menù. La scelta del vino non è stata difficile perché nella zona le cantine locali sono proposte senza esitazione, a sottolineare il legame tra cibo e territorio che queste terre si portano dietro. Ho scelto “Agamium” un Colline Novaresi Doc annata 2014, dell’azienda Antichi Vigneti di Cantalupo, cantina di cui vi abbiamo parlato recentemente in un altro articolo.

Nebbiolo in purezza delicatamente profumato di violetta e piccoli frutti rossi; in bocca ha un buon corpo ma è l’acidità a spiccare, retaggio dei suoli minerali della zona. Il tapulone da parte sua è ben equilibrato, si percepiscono le erbe aromatiche che delicatamente si sposano con il gusto della carne, succulenta e dal gusto persistente, addolcita dall’accompagnamento con la polenta.

Il vino gioca bene le sue carte nella parte aromatica e di pulizia anche se sul finale il sentore di carne un po’ torna a farsi sentire. Una piacevole unione dove forse un maggiore grado alcolico rispetto ai 12,5% di quello che avevo nel calice avrebbe aiutato nel pulire completamente il palato.

Ma non posso lamentarmi del mio primo assaggio autunnale, come amo ripetere l’esperienza insegna e quando c’è da imparare gustando, io divento come mai in vita mia la secchiona della classe.

*Secondo suggerimenti dei locali ecco altre due osterie a Borgomanero dove poter gustare il Tapulone nella sua versione tradizionale:

Osteria del Ciclista

Trattoria dei Commercianti

Bevo per scrivere… o scrivo per bere?

Vinum Alba

La formula di Vinum è quella di una città che abbraccia le proprie eccellenze e le svela lungo le vie e attraverso le piazze.

Protagonisti come sempre i grandi vini di Langhe, Roero e Monferrato proposti in connubio ideale con lo STREET FOOD Ë LANGA, cibo di strada di eccellente carattere e qualità. I grandi vini rossi delle Langhe come il Barolo, il Barbaresco, il Nebbiolo, i bianchi delle Langhe, i vini del Monferrato, il Roero, il Roero Arneis, il Gavi e il Brachetto, il Dolcetto, l’Asti Spumante, il Moscato d’Asti e l’Alta Langa senza dimenticare le grappe e i distillati del Piemonte sono al centro delle degustazioni proposte dalle 10.30 alle 20.00 presso i banchi di assaggio nel centro storico della città delle 100 torri e sono anche in questa edizione guidate e curate da AIS Associazione Italiana Sommelier.


CARNET DEGUSTAZIONE COMPLETO
acquisto online € 18 / acquisto alla cassa € 22
Include calice in vetro e taschina porta calice, 15 degustazioni e promozioni esclusive sugli eventi di Vinum

IN VENDITA SOLO ALLE CASSE

  • COUPON 4 DEGUSTAZIONI (€ 12)
    Calice in vetro e taschina porta calice
    4 degustazioni libere
  • COUPON SECONDA DEGUSTAZIONE (€7)
    5 Degustazioni libere
    (Acquistabile solo dopo aver usufruito di un CARNET DEGUSTAZIONE COMPLETO o un COUPON DA 4 DEGUSTAZIONI)

I carnet e i coupon sono utilizzabili per tutta la durata della manifestazione.

 

Programma completo al link